28 set 2011

C'E' UN POSTO LASSU'



C'è un posto lassù, dove i pensieri respirano e la mente diventa leggera, svuotata dalle ombre che offuscano il mio sguardo e comprimono il respiro.

C'è un posto lassù, dove la notte veste la mia pelle e spazza via dai miei occhi ogni paura. Lassù c'è la mia notte con il suo cielo trapunto di stelle che culla il mio sguardo nel nulla, lontano dai ricordi... e se provo a fissare quelle stelle ad una ad una mi sembra di toccarle e di sentire su di me il fresco tepore di quella luce.

C'è un posto lassù, dove la luna è sempre più vicina per indicarmi il percorso tra le lucciole che si inseguono lungo le strade sassose ...  e per accompagnarmi a distendermi laggiù, sul grande letto di foglie che nasconde i germogli.  

Questa notte vorrei trasformarmi in una piccola foglia per sentirmi cullata tra le braccia di quella brezza leggera ... Stanotte vorrei tornarmene lassù ad attendere ancora una volta il ritorno dell'alba e dei primi raggi di sole.




Lassù c'è un tiepido calore che arriva fino al cuore quando la notte va via un punta di piedi e lascia che le prime luci dell'alba risveglino i fiori di bosco addormentati. 

Lassù, quando la luce scivola sulle montagne e sugli alberi sempreverdi ... quando le prime voci del giorno feriscono il silenzio, il mio sguardo rimane lì,  fermo a guardare come le piccole cose riprendono il loro colore.

C'è un posto lassù, dove posso percepire dal silenzio quelle parole che infondono coraggio e dove la forza di una quercia alimenta la mia forza indebolita dal tempo.




C'è un posto lassù, dove il sole riscalda la mia pelle e socchiude i miei occhi al suo tepore mentre i suoi raggi  riportano le carezze che vivono soltanto nei sogni.

Lassù non c'è passato nè futuro ma la magia dell'istante che rende indescrivibili le piccole sensazioni sulla mia pelle quando mi guardo intorno e non c'è nulla al di fuori del silenzio ... quel profondo e magico silenzio che ha sempre una voce per chi sa ascoltarlo.  

C'è un posto lassù ... l'unico posto che mi aspetta ....  







(Antonella Riviello - Riflessioni)