16 ago 2018

Kiwi, un coccolone tra le nuvole




Era il 2 aprile 2015 quando Kiwi fu trovato zoppicante per strada tra mille pericoli. Una mia amica mi chiese di aiutarla nel trovargli un posto adeguato per curarlo e fu così che lo accolsi in casa.
Aveva circa 6 mesi di età, in buona salute ma con un problema di leggera zoppia alla zampa, probabilmente dovuta a un incidente. 
Il veterinario ortopedico che lo prese in cura mi tranquillizzò e con i medicinali adatti nel giro di un mese si ristabilì perfettamente. 
Kiwi era un gattino molto affettuoso, coccolone, giocherellone con i miei gatti e con i miei cani, golosissimo di scatolette e trascorreva tantissime ore a dormire sul divano. 
Quando usciva fuori, nel cortile di casa, si incontrava con il gattino rosso della vicina che divenne il suo amico inseparabile e giocavano a rincorrersi sul telo ombreggiante. 





Il 17 agosto tornò a casa con la bocca completamente dolente e fui costretta a ricoverarlo poichè non riusciva a mangiare e il verdetto fu molto preoccupante: avvelenamento da lumachicida.  

Per cinque lunghissimi giorni rimasi impotente, appesa a una speranza flebile ....
Kiwi smise di soffrire il 22 agosto.

Un dolore terribile nel cuore ... indescrivibile, incredibile agli occhi di chi non ha mai provato una simile sofferenza, quella che nell'impotenza annulla ogni forza e ogni senso. 

Il suo amichetto continuò per tanto tempo ad aspettarlo davanti al cancello ... uscivo fuori e lo accarezzavo per consolarlo ... ogni volta non sapevo cosa dirgli ...  Mi resi conto che aveva capito quando lo vidi tutto solo a fissarmi dal tetto. 



Piccolo e dolce Kiwi, voglio ricordarti così, sereno, allegro, spensierato, vivace e coccolone, dormiglione e goloso ... con la tua zampina guarita e gli occhi pieni d'amore.