14 giu 2019

Il nuovo sole ...



Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.



9 giu 2019

In me ...




Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.


8 giu 2019

Nell'assorto ...




Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.

7 giu 2019

Nanà e Nicolas, una storia a lieto fine




Tre gattini trovatelli e ci speravo tanto in una storia a lieto fine.
Tutto iniziò con una telefonata. Era il 17 maggio 2019 e mi segnalavano tre gattini di appena 15 giorni di età, rimasti accanto alla loro mamma deceduta in una campagna.
Considerato che bisognava salvarli a tutti i costi, mi resi disponibile ad accoglierli a casa mia e nel frattempo pubblicai un appello per trovare una mamma gatta che potesse allattarli.
Dopo un giorno, uno dei tre cuccioli, quello rosso già molto debole, morì nonostante le mie attente cure e un senso di sconforto mi assalì. Gli altri due, fortunatemente, accettarono il biberon facilmente e la situazione migliorava con il passare delle ore.
Il miracolo arrivò il giorno dopo.



Due miei carissimi amici, esperti con gli animali, decisero di prenderli in cura e di adottarli. Le loro fotografie pubblicate nell'appello avevano colpito il loro cuore e fu amore a prima vista.
Entrambi si precipitarono a casa mia, gioiosi come pochi.
La mia amica Maria Paola adottò il gattino rosso maschio mentre il mio amico Alfonso fu scelto dalla femminuccia  che si precipitò tra le sue mani nel trasportino.
Sono trascorsi venti giorni e crescono a vista d'occhio.
Ricevo i loro video e le loro foto dei piccoli progressi.

 








 


 




Ogni volta che li guardo sorrido e penso che sono stati davvero fortunati nella sfortuna di aver perso la loro mamma.
Entrambi iniziano a giocare, a gustare le pappine e già conoscono la lettiera. Amano arrampicarsi e giocare con le mani di chi li tiene in braccio.
Il gattino rosso si chiama Nicolas e viene coccolato anche dagli altri cani e gatti presenti in casa. La femminuccia tigrata si chiama Nanà ed è diventata la principessa del suo papà che la coccola come una bimba.
Una storia a lieto fine che mi riempie il cuore di gioia.  


5 giu 2019

Vorrei ...







Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.









2 giu 2019

1 giugno 2019 "Luoghi per la Memoria"



Dagli inizi di giugno del 1946, molti soldati italiani ritornarono a casa dopo lunghi anni di guerra e di prigionia, stremati ma felici di aver difeso la nostra Patria e finalmente di poter votare per la libertà di tutti noi. In tanti non ritornarono e oggi vengono ricordati nei cimiteri di guerra di altre nazioni. Tanti altri sono rimasti dispersi ma il coraggio di tutti loro deve vivere ogni giorno nel cuore di tutti noi per non dimenticare che la libertà da ogni tirannia va difesa in ogni istante della nostra esistenza.

Di seguito le foto tratte dall’evento “Luoghi per la Memoria 2019” mostra con reperti Bellici e mezzi storici della II guerra mondiale, allestita dall'Associazione "Amici del Tricolore" presso l’Istituto Comprensivo di Bellizzi (SA) e alcune immagini del cimitero di guerra di Salerno, dove è stata deposta la corona ai caduti.

Le fotografie del nostro territorio in guerra lasciano un brivido sulla pelle se immaginiamo quanti soldati hanno perso la vita e quanti risultano ancora dispersi. Tanti occhi raccontano quel dolore di chi pregava e sperava che la guerra finisse al più presto.

Elmetti, divise, armi, borracce, fotografie, tende da campo, carri e tanti altri reperti riportano momenti di sangue, di coraggio, di forza. Tutto rimane fermo in un attimo che ha determinato la vita o la morte.

Poi ci sono loro, i tantissimi giovani del "cemery war" con le loro lapidi rigorosamente in fila che guardano il sole. "THEIR NAME LIVETH FOR EVERMORE".   Lapidi bianche, tutte uguali, con il nome e l'età del soldato. Li ho immaginati con le loro divise da ventenni, con il sorriso di chi pensa che il coraggio di un alleato non sarebbe stato mai ricompensato con la morte. Quando la tromba ha intonato "Il Silenzio" li hi immaginati lassù, tra le nuvole che sbirciavano dai monti, stretti in un unico coro a gridarci "NO WAR"!



  


 

 

 

  





 



 Mostra con reperti Belleci e mezzi storici, presso l'Istituto Comprensivo di Bellizzi   Mostra con reperti Belleci e mezzi storici, presso l'Istituto Comprensivo di Bellizzi     

1 giu 2019

Nella certezza di sangue ....



Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.

30 mag 2019

C'è una luce ...



Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.



19 mag 2019

E quando ....



Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.





3 mag 2019

Fragile pensiero



Un fragile pensiero è smosso dal vento
e come una foglia indebolita
cade sul ciglio della mente…
Il ricordo di un istante già lontano
lo riveste con gli occhi lucidi
dell’ultima emozione
e lentamente risale, si colora,
torna a vivere
nell’estensione del suono
avvolto da una luce.
Stasera danza sul ciglio della mente
inebriato e impaurito
dalla nebbia che nega l’orizzonte,
dalle parole mute a definirlo,
dalle emozioni che squarciano la pelle
per arrivare al cielo.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...