21 giu 2018

Note stonate




Tra le note stonate del cuore
esala quel profumo di te
ogni volta che il sole risplende 
sull'attimo lontano.
C'è una parola scolpita nella mente
quando il calore della mia vita
richiama un tuo respiro
nel sogno che danza nel mare
tra le vele sospinte senza meta.
Strade incolori si aprono nel vento
che soffia sui nuovi domani.
Una goccia di ghiaccio
scivola sul sorriso
intessuta di schiuma e di brina ...
allunga le braccia sui sogni impossibili
e si distende all’ombra di un sogno
sotto la luna a brandelli
che ascolta lo stesso canto nel buio.







Pensando di te


















Sei un anello di fumo che mi avvolge
quando nel silenzio ascolto i tuoi passi
e mi affaccio su questo amore
con le pietre di mare tra le mani.
Si erano persi i miei occhi
nel bagliore di un cielo confuso
dalle notti inquiete,
da un dolore che sale e si affoga in gola.
So che vorrei trovarti
nei viali ombreggiati della mia vita persa,
nel brivido che sfiora la mia pelle
quando mi vesto di vento.



Tiepido sole


Oltre la neve




















E’ quasi sera,
i rami secchi hanno spolverato sulla terra bruna lievi soffi di neve
e tutto tace nella pace degli ultimi giorni d’inverno.
Lentamente la neve disseta la terra gelida ancora assonnata
sotto il mantello bianco pronto a dileguarsi l’indomani…

Spazi di cielo sbirciano tra le nuvole mosse appena
e nel magico silenzio gli alberi si raccontano tra loro
una storia, poi un’altra, un’altra ancora!
Lungo la strada costeggiata dalla neve si intravedono
orme leggere di passi, invadono il silenzio alcune voci…
ed ecco i loro occhi increduli e persi nel cosmico silenzio,
ecco la neve che scivola dal cuore.

Più nulla di ieri rimane sulla pelle…
Attimi che faranno un altro tempo, un altro spazio…
Niente è più forte di un sorriso, niente è più forte di un abbraccio,
niente più ferisce la pelle, niente è più immenso
di un cuore che batte nell’altro,
di un abbraccio che chiama un altro abbraccio,
degli sguardi che a tratti si sfiorano…

E tutto il paesaggio rimane ammutolito, inerme, colmo di meraviglia.
L’acqua scorre lenta e sembra portar via
le parole non dette negli impercettibili silenzi;
ma i sogni mai raccontati sono lì, sulle pietre malferme assopiti,
prendono forma e vita ad uno ad uno.

Nel magico momento qualcosa come per incanto si trasforma:
uno dei sogni prende vita, incontra un altro sogno un po’ per caso
e le parole incidono il silenzio
mentre il fiume scorre nella valle portando via le fragili inquietudini
ora che il muro di cinta intorno al cuore
lancia tra le acque le sue pietre ad una ad una.

C’è un sorriso che nasce oltre la neve!
Un sorriso che il tempo non plasma
e che rimane negli occhi che si cercano oltre il fiume 
che scorre lentamente sotto il ponte,
oltre le parole e i silenzi…oltre la neve ...


Fragile pensiero



Un fragile pensiero è smosso dal vento
e come una foglia indebolita
cade sul ciglio della mente…
Il ricordo di un istante già lontano
lo riveste con gli occhi lucidi
dell’ultima emozione
e lentamente risale, si colora,
torna a vivere
nell’estensione del suono
avvolto da una luce.
Stasera danza sul ciglio della mente
inebriato e impaurito
dalla nebbia che nega l’orizzonte,
dalle parole mute a definirlo,
dalle emozioni che squarciano la pelle
per arrivare al cielo.




Amo te


Amo te
come amo guardare la pioggia
che scivola sui muri
e riga il viso portando via
i giorni nel vuoto…
In questa notte di vento
so di amarti
come amo la luce del faro
che accenna alla nave
sperduta all’orizzonte
e si propaga nel buio
in cerca della sua ombra.
E ancora ...
so che ti amerò più forte
di quanto io ami il mare
in burrasca
mentre lascia qualcosa
sulla riva…
più forte di come oso dirlo
stanotte insieme al vento
che scuote dal cuore
le parole.





20 giu 2018

Poesia visiva by Vito D'Aniello

Vito D'Aniello è un attento ed esperto fotografo della natura e delle sue meraviglie, oltre ad essere un caro amico, che con profonda attenzione ha unito fotografia e poesia in queste stupende immagini.  Ringrazio Vito per queste sue bellissime elaborazioni grafiche.





5 giu 2018

Ninnao ... ninnao ...


Dolce ENRICHETTA ....che ci diciamo stasera? 
Un pò mi sento come quando mia figlia piccolissima si addormentava sul divano come dormi tu adesso e mi scappa un sorriso. 
Il tempo vola portando via anche la polvere e noi siamo qui a raccontarci nel pensiero, a trasmetterci un "grazie di esserci" con una carezza e un musetto umido. 
Ti sei stancata anche tu a seguirmi nei miei vai e vieni tra le aiuole e le piante e devo dire che hai una grande pazienza con me che non sto mai ferma. 
La tua presenza silenziosa è come quella di un angelo attento e materno ed io mi sento forte ogni volta. 
Vorrei che tu vedessi i fiori che sono sbocciati in giardino e il faccino del tuo pupazzo sul letto ... Riportiamo nel sogno il nostro desiderio in comune perché se siamo in due a sognare sarà la volta che quel sogno si avveri ... ninnao ninnao .....


18 mag 2018

18 maggio 2018 - BENVENUTA ENRICHETTA


18 maggio 2018 - BENVENUTA ENRICHETTA  

Tu sei la dolcezza in persona. Sei passata in un attimo dalla paura alla tranquillità e dopo aver fiutato ovunque hai deciso di riposarti in giardino. 
È vero, hai bisogno di tempo per conoscere ogni minimo angolo di questa casa ma il tuo fiuto sarà infallibile. La tua cecità sarà compensata dalle mie attenzioni, dal mio amore e dalle amichette di casa che ti hanno accolto con gioia. 
Organizziamo un pò di foto e poi racconteremo la tua storia.
Tvb dolce amore   Benvenuta tra noi!




12 apr 2018

Chicca corteggiatrice




Un dolcissimo ricordo di Chicca che ho trovato sfogliando tra le mie pagine web... Sono trascorsi 11 anni ma la ricordo sempre come se fosse ieri ... 
Gli amici di Chicca sono stati pochi, lei era molto amica dei bambini e delle persone in genere.  
Non le piaceva fare amicizia con gli altri cani... anzi era molto restrittiva nelle sue scelte e non giocava facilmente. 
Era molto gelosa quando mi capitava di giocare con gli altri cani e per questo evitavo di farlo davanti a lei. Con chi gli era simpatico, invece, stava lì a girargli intorno come per corteggiarlo! 
Non a caso in questo video Chicca corteggia insistentemente il suo amichetto! 
Caratterialmente Chicca era molto dolce, amava starsene tranquilla nella sua cuccia ed essere coccolata sempre. 
A casa mia arrivò all'età di circa 6 anni e avrei voluto tanto vederla giocare almeno una volta con una pallina ... l'unico suo gioco erano le coccole e sentirsi protetta! 
Questo video è l’unico ricordo animato che ho della mia dolce stella… mi piace rivederlo ed avere l’illusione che lei sia qui tra queste pareti a scodinzolarmi intorno… 



22 mar 2018

Cristina e le comare



Ma loro chi sono? Si chiede il mio gatto Bambi ....
La storia è molto semplice .....
Ero in fase di trasloco quando un mio amico mi chiamò sul cellulare per chiedermi di aiutarlo in una situazione.
Incredibile ma vero ... aveva trovato una gallina nell'ascensore! Sfrattata? Abbandonata? Chissà ...
Avendo casa con giardino, gli proposi di portarla da me giusto il tempo di poterla sistemare presso una fattoria didattica.
E fu così che arrivò la gallinella che battezzai come Cristina, nome peraltro suggerito dal mio amico.
Durante il trasloco passeggiava libera nelle aiuole e mi seguiva fino in casa, molto curiosa e desiderosa di fare amicizia con i gatti e i cani. Si faceva accrezzare da me .... cominciai a stabilire con lei un rapporto di amicizia e decisi di tenerla.
Miss Cristina venne subito tenuta sotto controllo dai cani dal momento in cui prese di mira i croccantini e le ciotole  .... una buona rincorsa le servì a lasciar perdere quel cibo e fu pace fatta! 










Con grande stupore una mattina trovai un uovo sotto un albero, poi altre uova in mezzo all'erba .... allora capii che aveva bisogna di una sistemazione adeguata.




Dopo alcune settimane, insieme a una mia amica, decidemmo di salvare 4 gallinelle destinate alla pentola perchè non erano più sufficientemente produttive. Erano 4 galline ovaiole! Intanto fu costruita la loro casetta, il recinto e quando tutto fu pronto, arrivarono le 4 gallinelle (le comare) a far compagnia a Cristina, anch'essa ovaiola ma sfrattata da chissà cosa!   





Ma la più tremenda è lei, una delle comare, quella che spicca il volo, si fa le passeggiata nelle aiuole e poi viene a chiamarmi perchè ha fame o perchè vuole ritornare nel recinto.



In fin dei conti rappresentano una simpatica compagnia anche se impegnano un bel pò di tempo. Per chi ama come me gli animali, niente è fatica e niente pesa ... l'importante è che vivono serene senza la paura di bollire in pentola!


Buona vita!



20 mar 2018

Grazie amici!


Ringrazio tutti voi per il pensiero, i cuoricini e i tanti commenti su FB dedicati a Syria che mi ha lasciata il 15 marzo. 
Molti di voi hanno vissuto insieme a me questa nostra storia dal primo momento di quasi 3 anni fa, con tutta la gioia e l'amore che ci univa, perché noi ci sognavamo a vicenda probabilmente già prima di incontrarci.
Syria era una vittima dell'abbandono, una dolcezza incredibile che accanto a me rinasceva ogni giorno e insieme abbiamo vissuto un periodo strafelice ... 




... poi la malattia che comunque ci dava speranza tra alti e bassi ... Eravamo testarde entrambe, lottavamo insieme in silenzio promettendoci di darci forza. Lei la mia ombra ovunque con gli occhi sempre fissi nei miei fino all'ultimo istante.



Quella notte alle 03:00 mi è crollato il mondo addosso.
Con tutto il dolore ho dovuto continuare le cose programmate.... ho dovuto mettermi un sorriso per quanti non avrebbero capito e mi sono vestita di silenzio per chi è rimasto in silenzio.
Non è il primo cane che perdo, altri sono andati via da me e ognuno di loro occupava un posto nel cuore di inestimabile valore. Ogni volta è stato un dolore profondo, un dolore nuovo e tanti dolori più non si reggono. Ancora non mi sembra vero .... ancora corro a casa pensando che lei sia li e rimango a guardare la sua brandina vuota ... ancora mi sento a volte come un automa.
Quella notte alle 03:00 avrei spaccato il mondo, avrei urlato contro la sorte che non perdona ma non ho avuto la forza di nulla ..... io e tutti loro a guardare quel corpicino che neanche aveva chiesto aiuto ... noi soli nel dolore più atroce ... loro che guardavano in silenzio e a testa bassa, con le code immobili .... ancora non posso crederci ma c'è un altro pezzo di me che è franato dietro al sorriso costretto di chi nasconde un dolore.
In tutto questo ringrazio il veterinario Luciano Turco che l'ha seguita in ogni momento fino all'ultimo praticandole ogni possibile terapia con tutta la sua disponibilità e gentilezza. Grazie anche a Sasha per sue donazioni di sangue che le hanno permesso di vivere qualche mese in più.
E anche questa volta, qualcosa non tornerà più come prima ....
Noi ti vogliamo bene dolce Syria. 




  






Buon viaggio piccolo amore ....